FAIL (the browser should render some flash content, not this).
     Condividi

 

 

"La triade
TIBERINI-PERTILE-ARMILIATO rappresenta la linea di continuità, attraverso i secoli, della grande tradizione tenorile italiana."

Giosetta Guerra - 7/8/2007
 

"Fabio Armiliato è un tenore oggi
nel pieno di una sfolgorante
maturità artistica."
Alessandro Mormile

L'Opera - Luglio 2007
 

"Il tenore Fabio Armiliato è sicuramente il più nobile Ernani
oggi in circolazione."

M.o Bruno Campanella
Interview La Stampa
 

"Il suo Chènier è il migliore
dei nostri giorni."

G. C. Landini - L'OPERA
 

"Es dificil hallar hoy mejor
Radames que Fabio Armiliato."

G. Alonso - LA RAZON


"Gli esempi della capacità di donare colori pertinenti al senso della frase rivelano quanto Armiliato sia oggi, nel panorama tenorile internazionale, esempio di intelligenza musicalità e professionalità da ammirare."
Alessandro Mormile
L'OPERA - Marzo 2008

 

 

Hanno detto....Quotes...





 

Last Update:
06 May 2009


 

Riccardo Zandonai


FRANCESCA DA RIMINI


Label:   Arthaus-Musik
Genre:   Opera
Conductor:   Maurizio Barbacini
Director:   Massimo Gasparon
Recording Date:   2004
Place of recording:  

LIVE RECORDING FROM
THE SFERISTERIO OPERA FESTIVAL,
MACERATA 2004

Running Time:   137 min
Picture Format:   4:3 Letterbox
Sound Format:   PCM Stereo, Dolby Digital 5.1, DTS 5.1
Region Code:   0
Release Date:   2009
Menu Languages NTSC: GB
Subtitle Languages NTSC: D, F, GB, I
Catalogue No. NTSC: 101 363
Restriction: Worldwide available

Zandonai's most popular creation Francesca da Rimini was commemorated in Macerata, the provincial capital of the northern Italian region of Marche, in 2004. Massimo Gasparon (former assistant to the celebrated scenographer Pier Luigi Pizzi) was responsible for the direction, set and costumes of this production for the Sferisterio Opera Festival. With its all-star cast including Daniela Dess“ and Fabio Armiliato as the passionate lovers (the singers are regarded as two of the leading interpreters of Italian soprano and tenor roles respectively, both hail from Genoa and are in fact also real-life partners) and the baritone Alberto Mastromarino as the ideal ÒvillainÓ, the production follows in a long line of significant post-war performances of Francesca da Rimini. The Sferisterio, a 4,500-seat arena originally used as a venue for the traditional ballgame gioco del bracciale (a game played with spiked arm protectors and a heavy wooden ball) was built between 1819 and 1829; since 1921 it has been home to the annual opera festival held in late July/early August. As has come to be associated with staged events in Verona, the representative open-air nature of the performance turns this lavishly costumed production in a historic setting into something out of the ordinary.


La pubblicazione di questo dvd era attesa da tempo: non solo si tratta di un'opera di rarissima esecuzione e la cui discografia è abbastanza striminzita (l'unico altro video in commercio è quello con la Scotto e Domingo dal Metropolitan, del 1984) ma anche perché si è trattato di uno dei più bei spettacoli mai allestiti allo Sferisterio di Macerata.
Massimo Gasparon immaginò un allestimento ispirato agli ori e all'arte bizantina, anticipando di alcuni anni l'epoca di ambientazione del lavoro. Le riprese video, se non riescono a rendere appieno l'impatto di molte scene che occupavano tutti i 92 metri del palcoscenico dello Sferisterio nella loro interezza (ma va detto che sarebbe stata un'impresa impossibile per chiunque, troppo particolare è il palco dellÕarena maceratese) permettono di osservare i preziosi particolari dei raffinati costumi.
Al momento di illustrare il suo spettacolo, cinque anni fa, Gasparon parlò di Francesca come dell'ultima imperatrice: e davvero come un'imperatrice è vestita Daniela Dessì, interprete intensa e soggiogante di questa produzione. Grande prova, la sua, capace di restituire la complessità e i turbamenti del personaggio con un'impressionante saldezza vocale, replicando l'emozione che suscitò, dal vivo, negli spettatori delle recite maceratesi.
Al suo fianco Fabio Armiliato trova in Paolo uno dei personaggi più riusciti della sua carriera (il lungo dialogo "Benvenuto signore mio cognato" è davvero tutto da ascoltare) scoccando scintille nei duetti con la Dessì, pur se impegnato in una parte decisamente più corta (ma non più facile) rispetto al protagonismo assoluto del soprano.
Particolarmente ben scelti i ruoli minori (raro ascoltare un quartetto di ancelle così amalgamato e musicale come quello formato da Rosella Bevacqua, Sabrina Modena, Francesca Rinaldi e Roberta Canzian, quest'ultima bravissima come Biancofiore) e ispirata la direzione di Maurizio Barbacani.
Considerando le difficoltˆ del luogo di registrazione (lo Sferisterio, per chi non lo conoscesse, un'arena all'aperto, splendida e di ottima acustica, ma sempre soggetta alle intemperanze atmosferiche di qualunque spettacolo "en plein air") la registrazione è riuscita più che bene.

Nessun neo quindi? Uno si: nel booklet di accompagnamento (offerto in tre lingue ma NON in italiano) si leggono svariate imprecisioni, tra cui la più madornale è quella che pone la città di Macerata nel Nord Est dell'Italia... ma son rilievi minimi.
Quello che conta è il contenuto del dvd....davvero da conoscere!!

Recensioni Pietroni Opera Blog



 

 

     

© 2001-2006 IMAGINE srl,  ITALY. disclaimer | privacy | contact us